Home Page de PrestitiOnline by Utifin.com

Prestiti a segnalati in sofferenza


Prestiti a segnalati in sofferenza: come averli con una segnalazione di sofferenza bancaria


Segnalazione di sofferenza bancaria: è possibile ottenere un prestito con una segnalazione del genere? E di quale tipo? Allora le sofferenze bancarie, com'è facile intuire, si verificano dal momento in cui il debitore non riesce a far fronte ai propri debiti: non riesce più a pagare le rate ovvero a rientrare in un fido concessogli in precedenza nell'ipotesi in cui scende al di sotto del limite concesso (sconfinamento) o addirittura, va in rosso senza una formale apertura di credito in conto corrente. In tutti i predetti casi, però, l'essere segnalato a sofferenza non è qualcosa di automatico o perlomeno non lo è per tutti. Infatti, prima di descrivere quali siano i prestiti a segnalati in sofferenza, dobbiamo descrivere una duplice distinzione: quella tra sofferenza ed incaglio e la differenza di trattamento tra persone fisiche e quelle giuridiche in merito al preavviso di segnalazione a sofferenza.

Differenza tra incaglio e sofferenza bancaria. E' importante, soprattutto per le persone fisiche che agiscono n.q. di consumatori. Dal punto di vista della tecnica bancaria, la definizione di incaglio bancario coincide con la momentanea difficoltà che ha un debitore nel poter pagare rate di un finanziamento ovvero nel rientro rispetto alle predette ipotesi di fido. In questi casi, i consumatori e le persone fisiche e solo questi, hanno diritto ad una comunicazione preventiva di segnalazione a sofferenza da recapitarsi esclusivamente tramite raccomandata a/r o Pec (comma 3, art. 125 Tub), pena il risarcimento a seguito di quantificazione del danno. Inoltre, alcune sentenze di tribunali italiani, hanno stabilito che il preavviso di segnalazione a sofferenza debba contenere un termine non inferiore ai 15 giorni. Diversamente, per le persone giuridiche (società, spa, associazioni etc.) non vige un vero e proprio obbligo di preavviso di segnalazione a sofferenza, tuttavia, come sentenziato da alcuni giudici nostrani, anche alle persone giuridiche spetta un risarcimento del danno qualora la segnalazione a sofferenza sia stata causata da un'errata valutazione circa lo stato patrimoniale e/o finanziario del debitore (persona giuridica) segnalato a sofferenza.

Prestiti a segnalati in sofferenza: conseguenze della scadenza del termine contenuto del preavviso. Com'è semplice prevedere, la conseguenza diretta è la segnalazione a sofferenza in centrale dei rischi, come ad esempio la Banca d'Italia, la Crif, etc. Da questo momento, il soggetto ha difficoltà nell'accedere ad una qualunque forma di credito convenzionale. Ancora prima di indirizzarvi verso quello forme di prestiti a segnalati in sofferenza, ci teniamo a consigliarvi una forma di credito da utilizzare possibilmente quando si iniziano a ravvisare le prime difficoltà (incaglio): cercare di creare un progetto che ci consenta di consolidare le sofferenze attraverso un consolidamento debiti a 20 anni o 240 mesi che, inteso, può essere avanzato anche a segnalazione avvenuta ma in questo caso avrà bisogno di garanzie. Vediamo ora le alternative che il mercato ci offre.

Prestiti a segnalati in sofferenza: a quali tipi di finanziamento si riferiscono? Abbiamo diverse soluzioni, a partire da quella su indicata (rifinanziare il debito). In questi casi, la più logica ed immediata sarebbe la presenza di un terzo garante: ci rendiamo conto che non sempre è possibile quindi continuiamo con le altre indicazioni di prestiti con sofferenza. Un'altra soluzione, attuabile solo da chi ha un immobile, non solo una casa ma anche un box, un terreno etc., è quella del prestito garantito da ipoteca come il prestito liquidità con ipoteca. Nell'ipotesi in cui siamo senza garante o proprietà, vi sono i prestiti senza valutazione creditizia alcuni dei quali visionabili su prestiti a segnalati in sofferenza senza valutazione creditizia anche se vi anticipiamo che i principali di questi sono la cessione del quinto ed il credito su pegno. Non resta che terminare con il prestito tramite emissione di cambiali per il quale rinviamo l'eventuale interessato su prestiti cambializzati 2020
Correlate: prestiti per autonomi segnalati crif



Prestiti con sofferenza