Home Page de PrestitiOnline by Utifin.com

Prestiti per autonomi segnalati e protestati o con reddito basso


Finanziamenti per lavoratori autonomi protestati e segnalati in crif banca dati e prestiti per autonomi con reddito basso


Analizziamo i cosiddetti finanziamenti per autonomi segnalati in crif, per esempio come protestati piuttosto come cattivi pagatori etc. in una o più banche dati. Trattasi di situazioni in continuo aumento causato, questo, sia dalla perenne crisi definibile oramai come strutturale che dall'alta pressione fiscale alla quale sono sottoposti. Consideriamo inoltre, che chi riesce a "campare", tolti i costi e le tasse, si ritrova con guadagni netti molto ridotti talchè saranno indicati con la frase di prestiti per autonomi con reddito basso. Nel primo caso (prestiti per autonomi segnalati in crif), il problema è concentrato sulla difficoltà che hanno nell'accesso al credito, nel secondo caso (prestiti per autonomi con reddito basso) il problema è sulla quantità del finanziamento che è possibile erogare o anche sull'accesso ad un secondo finanziamento (sul presupposto che sia stato erogato il primo).

Finanziamenti per autonomi con reddito basso: cerchiamo ora di stabilire non tanto chi sia il lavoratore autonomo ma a quale tipo di lavoratori autonomi ci riferiamo in genere. Se dovessimo fare una lista dei lavoratori autonomi non basterebbe l'intera pagina, tuttavia, se da un lato i destinatari del finanziamento possono essere tutti i liberi professionisti, come ad es. i geometri, i commercialisti, i geologi, gli avvocati, ingegneri etc. è anche vero che l'immenso calderone dei prestiti per autonomi è riferibile a due grosse categorie che ricadono nelle figure dei commercianti e degli artigiani che, tralaltro, spesso coincidono tra loro anche nella veste giuridica di piccole ditte individuali o piccoli imprenditori. Maggiori info sono consultabili su finanziamenti per artigiani 2018 e aiuti e prestiti per commercianti in difficoltà


Prestiti per autonomi segnalati e reddito basso: perche accostare le due cose? Perchè nei casi in cui il reddito è particolarmente basso, bisogna, per ottenere somme maggiori, fare ricorso a soluzioni predisposte per gli autonomi protestati o segnalati in crif! Spieghiamo... Il problema dei lavoratori autonomi che hanno e/o dichiarano un reddito troppo basso si pone considerando un dato: secondo dati ufficiali (fonte: Mef 2017) gli autonomi italiani hanno un reddito medio netto di circa 15mila euro l'anno. Beh, finchè l'importo è questo, non ci sono problemi. Tuttavia,"medio" significa che c'è anche chi dichiara sotto i 10mila euro a fronte dei quali possono accedere solo ad importi contenuti: è possibile effettuare una simulazione di quanto ottenere su calcolo rapporto rata reddito autonomi per rendersi conto da soli di quello di cui diciamo. Che fare in caso di reddito troppo basso? In tal caso è necessario integrare delle garanzie che sono appunto quelle di solito richieste per gli autonomi segnalati crif o protestati ovvero con altra segnalazione in banca dati.

Finanziamenti e prestiti per autonomi protestati e segnalati crif: ci siamo più volte occupati di queste forme di credito... In questa sede, diremo dei cenni ma più che altro rinvieremo gli interessati verso specifiche forme di soluzioni che l'ordinamento creditizio ha preposto in caso in cui un lavoratore autonomo sia stato protestato ovvero abbia un'iscrizione in corso presso una delle centrali rischi. La soluzione più semplice, la accenniamo per completezza di esposizione in quanto siamo sicuri che l'interessato già la conosce, è quella del terzo garante. In mancanza di quest'ultimo c'è bisogno di garanzie esclusive o accessorie. Quali? Ottenere un finanziamento iscrivendo ipoteca sia su un bene immobile, anche strumentale, (cfr. prestito liquidità con ipoteca), sia su un bene mobile registrato (anche questo può essere strumentale). Poi, in subordine, costituire pegno su dei beni mobili economicamente apprezzabili: si va dai classici monili e manufatti fino ad altri beni strumentali all'attività lavorativa. Altra forma di garanzia è una eventuale polizza di assicurazione. I rimedi su indicati sono esclusivi per i segnalati crif, mentre sono accessori per chi ha un reddito basso. In qualsiasi caso, è possibile procedere con il credito a cambiali per il quale rinviamo su prestiti cambializzati e finanziarie che li erogano nel 2018.
Correlate: finanziamenti con segnalazione crif e cai



Prestiti a lavoratori autonomi