Home Page de PrestitiOnline by Utifin.com

Guida alla cessione del quinto dello stipendio e della pensione


Come funziona la cessione del quinto dello stipendio e della pensione o cessione v stipendio e cessione del 5 cos'è e differenza dalla delegazione di pagamento o prestito delega di pagamento


Cos'è la cessione del quinto? Arrivati a questo punto tratteremo, attraverso due distinte paginette, quei finanziamenti e prestiti chiamati della cessione quinto della pensione e stipendio ripercorrendo un pò le caratteristiche generali. L'istituto della cessione del v dello stipendio e, per adesso solo questo (non la cessione della pensione), ha origini abbastanza antiche: come si evince dalla definizione di cessione del quinto riportata in wikipedia, il finanziamento in questione risale addirittura al periodo della unificazione d'Italia (1860) e per concessione del Re il quale tramite la cessione del quinto dello stipendio privilegiava la classe dei dipendenti dello stato garantendo per loro il ristoro delle somme erogate da terzi. Da allora e fino all'avvento della attuale repubblica, cioè fino ai primi anni del dopoguerra, i finanziamenti tramite cessione del quinto sono stati regolati da un regio decreto e riguardavano gli stipendi.

Dopo e fino a qualche anno fa, la cessione di un 1/5 dello stipendio (e della pensione) era regolata dai dpr 180/1950 e 895/1950 i quali rappresentavano le regole di riferimento del prestito noto come cessione quinto online. Proprio questa legge introdusse la possibilità di cedere anche la pensione (vedi legge 180 1950), ma, oltre a regolare la cessione "volontaria" del quinto (sia delle pensioni che degli stipendi) prevedeva e prevede tutt'oggi la cessione "obbligatoria" del quinto tramite pignoramento presso il datore ovvero e per l'appunto le cessioni del quinto obbligatorie. Con l'evolversi del mercato finanziario i suddetti decreti hanno creato disuguaglianze tra specie di lavoratori, alchè, nel 2004, con la manovra finanziaria del 2005, la cessione del quinto dello stipendio è stata novellata in un suo aspetto fondamentale: l'estenzione della cessione del 5 per qualsiasi tipo di lavoratore, privati inclusi e non solo dipendenti pubblici statali e parastatali (vedi art. 1 c. 137 legge finanziaria 2005). Dulcis in fundo, ad eliminare totalmente le disomogeneità tra tipi di cedenti è intervenuta la nuova disciplina della n. 80/05 la quale ha totalmente parificato non solo tutti i lavoratori ma anche i pensionati (vedi art. 13 bis legge nr. 80/2005). Dopo aver spiegato cos'è la cessione del quinto vediamo come funziona, differenza dalla delegazione di pagamento o prestito delega e, soprattutto, se la cessione del quinto conviene...

Come funziona la cessione del quinto? Premessi i brevi cenni introduttivi, esamineremo ora gli aspetti più salienti della cessione del quinto dello stipendio e pensione per capire come funziona. Trattasi di un particolare finanziamento che si caratterizzano per un rapporto trilaterale: chi chiede la cessione (dipendente o pensionato), il datore di quest'ultimo (chi eroga la busta paga o la pensione) e chi eroga e/o presta il denaro oggetto di cessione del v medesimo (banche, finanziarie e mediatori). Il predetto contratto di cessione trilaterale si distingue dagli altri prestiti nel pagamento della rata: questa, di norma pagata materialmente dal debitore al creditore, viene invece direttamente trattenuta dallo stipendio, salario, busta paga, pensione e simili dei lavoratori dipendenti siano essi pubblici che privati e pensionati inpdap inps etc. Quindi, nella cessione volontaria del quinto il debitore cederà appunto un 1/5 del proprio stipendio o pensione a garanzia del corretto rimborso del finanziamento. Questa è in sostanza la cessione volontaria del quinto dello stipendio da non confondersi con quella obbligatoria attuata tramite pignoramentio della pensione o stipendio presso l'ente che eroga la pensione o il datore di lavoro conosciute col nome di cessione del quinto obbligatoria tramite pignoramento per differenziarla dalla cessione del v volontaria dove è il debitore che cede volontariamente il suo quinto dello stipendio o pensione al finanziatore.

Dopo avere specificato come funziona e cos'è la cessione del quinto continuiamo descrivendo la ratio finanziaria o la sua natura: nella maggior parte dei casi i finanziamenti a mezzo cessione di un 1/5 sono tecnicamente inquadrati tra i prestiti personali cioè quel genere di credito col quale vengono erogati somme liquide cioè in contanti da spendersi liberamente non avendo alcuna finalizzazione e/o giustificazione, anche se non mancano casi di cessione per acquistare beni e servizi (come nei prestiti finalizzati). Il problema della cessione è che ha il "difetto" di costare molto più caro (1,5-2% in più) rispetto quello finalizzato o personale quando è erogato sotto i 15000 euro (vedi tabella tassi usura al 2018). Quindi NON conviene! E' meglio procedere, ove possibile, con un normale prestito personale o finalizzato... Ancora. Qual'è la differenza tra cessione del quinto e delegazione di pagamento? Saremo sintetici: la differenza tra cessione del quinto e delegazione o delega di pagamento (cfr. prestito delega) è nella quantità di soldi erogabili: con il quinto è, appunto, il 20%, mentre con la delegazione di pagamento può arrivare fino al 40% e per questo viene chiamata col nome di doppia cessione o doppio quinto!
Tuttavia, in certi casi, sia con la pensione che con lo stipendio, si può arrivare o superare il 50% (vedi in quali casi e come cedere oltre il 50% della propria pensione o stipendio)
Segue seconda parte dell'articolo su: seconda parte cessione quinto.
> Correlate: prestiti a pensionati oltre 90 anni + calcolo cessione quinto e doppio quinto dello stipendio + cessione quinto della pensione & importo massimo finanziabile



Guida alla cessione del quinto