Home Page de PrestitiOnline by Utifin.com

Prestito subordinato definizione di prestiti subordinati lower tier ii e irredimibili obbligazionari


Prestiti o debiti subordinati e irredimibili o perpetual bond lower tier 1 2 o 3 - il caso del debito subordinato dei tremonti bond alle banche


In questa sede ci occuperemo del debito o prestito subordinato online. Inoltre, posta la definizione di prestito subordinato e di quello irredimibile giustificheremo il fatto di occuparci di questi tipi di finanziamento all'interno di una guida dedicata ai consumatori. Sveleremo altresì un "segreto" o curiosità: il nesso tra i tremonti bond ed il prestito subordinato de quo. La nomenclatura di questi finanziamenti viene indicata anche come debito subordinato o prestito subordinato lower tier nelle tre versioni de i (1) ii (2) e iii (3), che a sua volta includono termini finanziari quali preference shares o senior debt o lock in e upper tier ii, etc. A ben vedere la natura del prestito o debito subordinato nonchè di quello irredimibile è complessa, talchè qualche lettore in buona fede potrebbe porsi la seguente domanda: ma che interesse ha la sig.ra Maria, pensionata, nel conoscere la definizione di prestito subordinato piuttosto che di obbligazioni irredimibili?

E invece no! Proprio i piccoli risparmiatori sono direttamente interessati ai prestiti subordinati in quanto, questi, vengono "rifilati" ai primi sia in maniera diretta che, prevalentemente, tramite le polizze vita. Chiarita la ratio della trattazione di questo prodotto di alta finanza nel nostro sito, passiamo alla vera e propria definizione di prestito subordinato ed alla sua funzione e poi a quelli irredimibili. La definizione è semplice: il prestito subordinato è anzitutto un prestito obbligazionario (cfr. prestiti obbligazionari), con tutte le caratteristiche di questo, eccetto alcune. Attraverso TUTTI i tipi di obbligazioni le grosse società quotate in borsa cercano di finanziarsi all'interno del mercato emettendo, appunto, obbligazioni che poi i risparmiatori e/o investitori sottoscrivono in cambio degli interessi. Per fare un parallelismo, è lo stesso discorso dello stato italiano quando emette i Bot sottoscritti dalla popolazione indistinta. Ma le peculiarità che distinguono i prestiti o debiti subordinati da altre obbligazioni sono due: il rendimento e la subordinazione del pagamento degli interessi con la restituzione del capitale. Il rendimento del prestito subordinato è sempre più alto rispetto le altre obbligazioni. Sembrerebbe una cosa positiva. E così è. Ma non sempre. Il principio è che più alto è il rendimento più è rischioso l'investimento: il maggiore rischio del prestito o debito subordinato è dato dalla subordinazione del rimborso alla scadenza. Spieghiamo meglio...

Il termine subordinato significa che alla scadenza o in caso di liquidazione (fallimento) i prestiti subordinati saranno pagati solo dopo che saranno soddisfatti tutti gli altri creditori. In sostanza, trattasi di obbligazioni di serie "b" tali da giustificare l'alto rendimento. Il finanziamento subordinato è emesso da banche e per questo si parla di prestito subordinato bancario. Ora finchè il prestito subordinato bancario è quello legato ad una banca italiana non ci dovrebbero essere problemi posta la solidità delle banche nostrane (ma vedi più avanti...). Il problema si pone per le banche estere i cui prestiti subordinati bancari non sempre sono solidi e vengono "rifilati" ai consumatori italiani tramite l'immenso calderone delle polizze vite. Perciò, fate attenzione ed informatevi sulla esistenza di prestiti subordinati tra i vostri investimenti, perchè sappiate che in caso di problemi sarete pagati per ultimi, ove rimane qualcosa da aggredire cioè v'è il rischio, concreto, di perdere l'intero capitale.
Obbligazioni irredimibili o perpetual bond: chi mastica un pò d'inglese, avrà capito la definizione di obbligazioni irredimibili leggendo l'aggettivo "perpetual"... Ebbene, tutte le obbligazioni irredimibili non hanno scadenza: la scadenza, o per meglio dire il rimborso di queste è a totale discrezione della banca emittente, mentre per il resto hanno le stesse caratteristiche delle obbligazioni subordinate. Circa le obbligazioni irredimibili tuttavia c'è da dire che, a differenza delle subordinate, almeno in Italia raramente vengono offerte ai consumatori ma di solito vengono sottoscritti da investitori istituzionali come una forma di associazione in partecipazione. Questo è il significato delle obbligazioni bancarie irredimibili.

A questo punto il lettore più attento avrà capito la relazione tra prestito subordinato e i tremonti bond. Ebbene, pochi sanno che i tremonti bond emessi nel 2009 sono dei prestiti subordinati, ma particolari, cioè con clausole particolari che non spiegheremo nel dettaglio ma accenneremo nella sostanza: in pratica, la banca che ha usufruito del prestito del tesoro creato dal ministro Tremonti non pagherà gli interessi allo stato se il coefficiente patrimoniale della banca scenderà sotto una certa percentuale. A detta dei più il prestito subordinato dei tremonti bond è un regalo dello stato alle banche perchè a differenza di altri tipi di prestiti subordinati nei quali il rischio è nel fallimento, in quelli dei tremonti bond basta una fisiologica discesa del patrimonio che solleverà la banca dal versare gli interessi pattuiti anche per più anni. Questi sono i famosi tremonti bond ed in pochi sono a saperlo...
Aggiornamento bond subordinati 2015 / 2016: purtroppo, quello che sta succedendo riguarda proprio banche italiane, cioè nel novembre del 2015 avviene il salvataggio di 4 banche ad opera del governo Renzi (Banca Etruria, CariChieti, Carife e Banca Marche) e la perdita dei risparmi in capo a dei piccoli investitori privati, dovuta proprio alle obbligazioni subordinate. Tutto ciò, spiega appieno il senso del nostro vecchio articolo (che risale al 2010)... Non solo. In pochi lo dicono ma anche Banca Popolare di Vicenza e il Gruppo Veneto Banca sono sull'orlo del fallimento talchè, la Popolare di Vicenza ha già bloccato la negoziazione delle loro obbligazioni subordinate, la Veneto Banca ha difficoltà nel venderle... e come al solito molti dei sottoscrittori sono piccoli risparmiatori privati ai quali, pensate, il governo e la Banca d'Italia hanno proposto di trasformare le subordinate in irredimibili proprio perchè non hanno scadenza e quindi per continuare ad incassare la cedola che sarà pagata dai grossi gruppi bancari (per es. Unicredit, Intesa, etc.) che acquisiranno col tempo queste banche che sono sull'orlo del fallimento. Vedremo come finirà nel 2018!
Correlate: prestiti per consolidamento debiti + ristrutturazione del debito



Prestiti subordinati lower e upper tier ii