Home Page de PrestitiOnline by Utifin.com

Finanziamenti e prestiti per extracomunitari e immigrati stranieri


A quale condizione possono ottenere un finanziamento o prestito gli stranieri cittadini extracomunitari immigrati?


Visto il crescente numero di cittadini extracomunitari immigrati che vive nel nostro paese al 2018 non potevamo non occuparci dei cosiddetti finanziamenti per stranieri locuzione questa intesa come qualsiasi forma di credito accordato agli immigrati extracomunitari che vivono in Italia. Proprio per l'alto numero di stranieri il segmento del finanziamento per extracomunitari inizia ad essere pubblicizzato dalle banche le quali vedono un mercato ancora non tutto esplorato. Prima di proseguire dobbiamo specificare a quali soggetti sono da riferirsi i prestiti per stranieri in quanto lo status di straniero piuttosto che italiano gioca sulla documentazione da presentare per avere accesso al finanziamento medesimo. In base alle attuali leggi, la linea di demarcazione tra stranieri e non, poggia sul concetto di Europa e non nella lingua italiana: cioè lo straniero e/o immigrato e/o extracomunitario in sostanza è colui che non è cittadino di uno dei paesi aderenti alla Comunità Europea, cioè non è comunitario ma extra EU. Da ciò il termine di cittadini extracomunitari o non europei.

Allora, quali sono le forme di credito per stranieri immigrati? Risposta: in linea generale sono le stesse accordate agli italiani! Ciò, malgrado banche e finanziarie, per esigenze di marketing, creino prodotti che incorporano aggettivi quali extracomunitari o stranieri ecc. i requisiti per accedere al finanziamento sono i medesimi, eccetto uno (che diremo tra un pò). Così avremo prestiti personali a cittadini extracomunitari nonchè quelli finalizzati oltre il mutuo immobiliare per stranieri ovvero una carta di credito per stranieri ecc. Veniamo ora a quella condizione senza la quale nessun immigrato può ottenere il finanziamento: ci riferiamo al permesso di soggiorno. Perchè è così importante? Ma anche ulteriori condizioni che qualche banca o finanziaria pone per erogare prestiti a immigrati ma con una differenza: il permesso di soggiorno è condizione obbligatoria mentre se qualche istituto di credito pone condizioni particolari potete cambiarlo e rivolgervi ad altro istituto. Vediamo come mai e perchè.

Finanziamenti a cittadini stranieri: la formalità principe da svolgere prima di concedere prestiti per stranieri oltre alla classica documentazione (doc. d'identità, codice fiscale, reddito, etc.) è uno speciale atto amministrativo noto col nome di "permesso di soggiorno". Dal possedere o meno questo documento dipende tutta l'operazione di credito: ergo, in Italia, in base alla legge Bossi-Fini, la clandestinità è addirittura un reato quindi gli immigrati senza il regolare permesso di soggiorno sono considerati clandestini a tutti gli effetti ed in quanto tali, possono lavorare solo in nero, quindi non possono essere neanche regolarizzati dal datore nè esercitare un'attività in proprio: è come se fossero senza lavoro. Conseguenza: lo straniero con busta paga ma in nero e che non ha quindi un "formale" reddito certificato non potrà accedere a nessuna forma di credito. Proprio nessuna, in quanto non ha diritto neanche ai prestiti per extracomunitari senza busta paga ma con garante cioè è come se fossero prestiti a stranieri senza garanzie nel senso che neanche un terzo garante può garantire un clandestino, mentre il permesso di soggiorno, da questo punto di vista, equipara i cittadini extracomunitari agli italiani: stessi problemi. Solo il permesso garantisce l'accesso ad una serie di finanziamenti quali ad esempio prestiti a fondo perduto per stranieri per aprire un'attività, o in ambito familiare un finanziamento per alunni stranieri etc.

Prestiti per cittadini stranieri se il permesso di soggiorno è un requisito unico per qualsiasi istituto di credito, abbiamo altri requisiti che però variano da banca a finanziaria e che riguardano solo il prestito personale per stranieri: alcune, prima di erogare prestiti a cittadini stranieri immigrati erogano soltanto prestiti per stranieri residenti in Italia cioè che si abbia la residenza in Italia da almeno 2-4 o più anni; altre, che lo straniero richiedente abbia un minimo di 25 anni; altre ancora la presenza di tutta o parte della famiglia, per i neoassunti che abbiano un contratto di lavoro da almeno 6-12 mesi... Tutte le suddette precauzioni elencate, servono ad evitare che una volta ottenuto il prestito lo straniero possa rientrare nel suo paese di origine senza aver pagato il finanziamento. Mentre tutto ciò non si pone per i prestiti a stranieri sotto forma di cessione o delega ovvero con un terzo garante italiano, in quanto in caso di allontanamento dello straniero intervengono le garanzie tipiche dei predetti finanziamenti (assicurazione). Terminiamo il discorso con un dato statistico: quali sono le città nelle quali è maggiore la domanda di prestiti per stranieri in Italia? In cima c'è Roma, seguono Milano Napoli Torino ed altre...
Correlate: finanziamenti e prestiti per stranieri



Prestiti personali per immigrati