Home Page de PrestitiOnline by Utifin.com

Finanziamenti e prestiti per falliti


E' possibile conferire mutui finanziamenti e prestiti a soggetti falliti


Mutui prestiti ed altri finanziamenti a soggetti falliti: E' possibile averli? Allora, a seguito della sentenza dichiarativa di fallimento il soggetto, persona fisica, assume la condizione di fallito e dalla quale derivano tutta una serie di conseguenze. Questa pagina non si occuperà delle predette conseguenze, anche se, gioco forza, ne faremo comunque menzione in quanto strettamente connesse con l'argomento principale trattato: è possibile conferire un prestito o un mutuo o un finanziamento a persone fallite? Per dare una risposta che sia il più possibile coerente al quesito dobbiamo distinguere due fasi o momenti della procedura fallimentare intendendo con questa qualsiasi aspetto temporale che la riguarda.

Finanziamenti a persone fallite: differenza tra prima e dopo la chiusura del fallimento.
I due momenti o fasi alle quali ci riferiamo, sono: 1) quel periodo di tempo che va dalla sentenza dichiarativa alla chiusura del fallimento. In questa fase, l'ottenimento di un finanziamento al fallito dipende tanto, ma non solo, dal Curatore fallimentare ma anche dalle restrizioni patrimoniali e personali riportate in sentenza; 2) è la fase successiva o dopo la chiusura del fallimento: in questa seconda fase "dovrebbero" cessare tutti gli effetti del fallimento in capo al fallito. A tal fine riportiamo il testo integrale del comma 1 dell'art. 120 recante l'intestazione de Effetti della chiusura del fallimento: «Con la chiusura cessano gli effetti del fallimento sul patrimonio del fallito e le conseguenti incapacità personali e decadono gli organi preposti al fallimento.» Purtroppo, in Italia, questa norma non viene applicata... Chi volesse approfondire questo aspetto, consigliamo di visionare finanziamenti e prestiti a persone fallite. Ora, con tutte le cautele del caso, cercheremo di indicare le soluzioni e le eventuali alternative che permettono di finanziare un prestito per falliti.

Finanziamenti per falliti: quali sono? Il problema non è quali sono (qualsiasi tipo di finanziamento andrà bene), quanto, piuttosto, durante quale fase interviene e per quale motivo? Se è chiesto durante la prima fase e serve per ripianare i debiti andranno bene i mutui per falliti utilizzati mediante la tecnica del consolidamento debiti. In questo caso il Curatore dovrebbe appoggiare tutta l'operazione. Più problematica è l'accoglimento di prestiti liquidità in quanto il fallito è segnalato presso molte banche dati (vedi prestiti a segnalati in banche dati) ed anche a usufruire di un terzo garante c'è il rischio, concreto, sempre durante la fase della procedura fallimentare, che la somma liquida concessa venga istantaneamente annessa al fallimento... Diverso è il caso in cui il prestito per falliti sia rivolto verso la creazione di una nuova attività lavorativa: in questo caso, prescinde dal fatto che il fallimento sia chiuso o meno (più info su prestiti ai disoccupati). In ultima istanza e qualora il fallito abbia beni mobili non registrati oppure beni, sempre mobili, ma per legge non pignorabili può provare a chiedere ed ottenere un finanziamento tramite il credito su pegno.
Correlate: prestiti cambializzati e istituti che li fanno nel 2021



Finanziamenti a falliti