Home Page de PrestitiOnline by Utifin.com

Finanziamenti e prestiti per invalidi civili e tipi di invalidità


Finanziamento con pensione di invalidità e prestiti ad invalidi civili inps 2021


NB: a seguito di una sentenza della Corte Costituzionale, gli assegni o pensioni per invalidi civili, sono state aumentate fino 651,51 euro mensili. Tuttavia l'aumento non è valido per tutti i titolari di questo trattamento ma soltanto a chi rientra entro un determinato limite di reddito. Per avere maggiori informazioni, consultate prestiti con maggiorazione per invalidi civili. Per chi non potrà beneficiare dell'aumento non cambia niente cioè continuera a percepire le 290 euro al mese ed in quanto tali valgono ancora le differenze descritte nell'articolo seguente.
Prestiti con pensione di invalidità inps: iniziamo con un interrogativo che ci fa capire tutto il senso dell'articolo. L'inps eroga finanziamenti con pensione di invalidità? Non possiamo rispondere, subito, si o no ma dipende da tipo di invalidità nonchè da alcuni requisiti. A rilevare, infatti, in questa materia è il tipo di invalidità alla quale lo stesso inps si aggancia per erogare il suo prestito per antonomasia: la cessione del quinto. Dunque, la legge, ai fini previdenziali, distingue tra invalidità civile da un lato, e tutte le altre invalidità dall'altro. La predetta distinzione si ripercuote su due distinti metodi di credito erogabile ad altrettanti pensionati: prestiti per invalidi civili e prestito con pensione di invalidità. La stessa inps, rifacendosi alla normativa di riferimento, ha istituito, infatti, due categorie ovvero due diversi codici che contraddistinguono i due dipi di invalidità: a) la categoria IO, che è l'assegno ordinario di invalidità; b) la categoria INVCIV, che invece si riferisce all'invalidità civile.

Finanziamento con pensione di invalidità inps: a chi erogarli? A questo punto, semplicemente possiamo affermare che l'inps ha il divieto categorico di erogare prestiti per invalidi civili cioè quelli della categoria INVCIV, mentre puo erogarli agli invalidi tramite l'assegno ordinario di invalidità IO ma solo a certe condizioni le quali, badate, non dipendono dall'inps ma, soprattutto dall'assicurazione: ricordiamo che il finanziamento dell'inps è quello della cessione del quinto per il quale la polizza è obbligatoria. Più info su questi aspetti su prestiti per invalidi civili by PersonalFin.it - Comunque, consideriamo che esistono dei sistemi alternativi per finanziare entrambe le ipotesi di prestiti per invalidi civili che non e di cui diremo appresso. Per ora vogliamo farvi notare ciò: perchè c'è questa differenziazione tra prestito per invalido civile e quello solo per l'invalido? Perchè l'invalidità civile è considerata una prestazione a carattere socio-assistenziale, non causata da prestazioni lavorative. Ciò è talmente vero che, tutte le altre ipotesi di invalidità NON civile, sono aggangiate a cause di lavoro, di servizio e, purtroppo, di guerra, come prescritto dalla legge nr. 118 del 1971. In sostanza, se si è invalidi dalla nascita, o per colpa di un sinistro o comunque NON per colpa o causa di servizio e/o lavoro, si è invalidi civili (INVCIV), altrimenti si è solo invalidi (IO).

Prestiti per invalidi civili inps: che modo abbiamo per finanziarli? Stabiliamo un principio generale: l'invalidità civile (Cat. INVCIV) non può essere finanziata mediante la cessione del quinto! Sarebbe a dire che l'invalido civile non può cedere la quota che di solito cedono gli altri titolari di pensione. Attenzione: prima di indicare come finanziare un invalido civile, dobbiamo dire che, lo stesso problema, potrebbe averlo, tout court, anche l'invalido (Cat. IO): quest'ultimo, a differenza di altri pensionati, non può cedere il quinto automaticamente, ma la cessione è subordinata ad una visita di un perito medico legale specialista, visita volta ad accertare lo stato di salute dell'invalido e che la compagnia di assicurazione, di norma, ordina tramite un medico di propria fiducia. Solo se l'esito della perizia è favorevole, verrà concessa la cessione del quinto. Per sapere i motivi di questo modo di procedere, se volete, potete visitare prestiti per invalidi civili. A questo punto, abbiamo visto che, se anche agli invalidi (IO) viene negata la cessione, si troveranno nella stessa situazione degli invalidi civili (INVCIV): entrambi avranno bisogno di sistemi alternativi di finanziamenti per pensionati invalidi a prescindere se siano o meno civili.

Prestiti con pensione di invalidità inps e prestiti personali per invalidi civili: il sistema alternativo. La migliore alternativa che hanno i titolari di pensione di invalidità, sia IO che INVCIV è il prestito personale, ma con alcuni distinguo. Se la pensione di invalidità è superiore alla soglia minima di sopravvivenza, la quale per il 2021 è fissata in 515,58 euro mensili al netto della rata, non avranno particolari problemi di accedere al prestito il quale potrà essere erogato senza garante nè altre garanzie. Se, invece, è sotto la predetta soglia, c'è bisogno di un garante che garantisca l'invalido. La situazione è ancora più complicata per le pensioni di invalidità civili minime ovvero quelle che, sempre per il 2021, partono da neanche 290 euro (287,09 euro): queste, a maggior ragione avranno bisogno di un garante.
Prestiti per invalidi al 100 per cento: una situazione ancora differente. Questi, a prescindere dalla quantità dall'assegno mensile che incassano, che potrebbe essere anche corposo, hanno sempre bisogno di un terzo garante in mancanza del quale, anche i prestiti per invalidi totali, andranno erogati solo con polizza di assicurazione previa perizia medico legale. Prestiti personali per invalidi civili ed altre garanzie: quella del terzo garante, sebbene sia la migliore garanzia accettata da una banca o finanziaria, non è comunque l'unica. Vi sono tante altre garanzie che una persona invalida civile e non può presentare a banche e finanziarie. Per conoscerle tutte, recatevi su prestito garantito da: tipi di garanzie
Correlate: prestiti ai pensionati oltre 90 anni o senza limite di età



Prestiti invalidi civili inps