Finanziamento e prestito denaro contante tra privati parenti


Finanziamento e prestito denaro contante tra privati parenti quali ai figli o tra padre e figlio o tra fratelli o tra coniugi e tra genitori e figli

Annunci Google


A seguito di alcune richieste da parte di utenti-consumatori abbiamo creato questa sezione che è relativa al finanziamento di denaro contanti o prestito denaro ad opera di una persona qualsiasi verso un'altra ma in particolare tra parenti. In questi casi i prestiti denaro o finanziamenti di denaro sono intesi quelli intercorrenti tra due persone al dì fuori da qualsiasi circuito ufficiale. Questo tipo di prestito denaro non va anzitutto confuso con il social landing o prestito peer to peer funzionante su una specifica piattaforma informatica e soggetto alle regole del credit score italiano di cui ci occuperemo nelle opposite sedi online. Ci riferiamo anzitutto al finanziamento o prestito di denaro contante tra parenti quali per es. tra padre e figlio o tra genitori e figli o tra fratelli e sorelle o tra coniugi e verso i figli ma, trattandosi di parenti anche tra cognati suoceri affini etc.


In sostanza, il prestito denaro de quo è quello che potenzialmente potrebbe esserci concesso da un qualsiasi privato non solo familiare ma anche dal nostro vicino di casa, da un nostro amico, un conoscente (non da un "cravattaro", termine, questo, col quale si indica l'usuraio). Specificato ciò, i quesiti posti in tema di prestito denaro contante a e tra privati sono quelli che seguono. In primis della liceità, cioè è lecito, posso per la legge italiana prestare denaro ad un'altra persona ? Poi, il mezzo giuridico del finanziamento di denaro cioè basta un accordo orale o una scrittura privata per prestito denaro ? Che valore ha una eventuale scrittura privata ? Chi deve farla e deve essere registrata ? Infine, se i prestiti in denaro non vanno in porto come agire per la restituzione del capitale ed eventuali interessi ? Allora, per i prestiti tra familiari è interessantissimo questo primo articolo proposto su: prestito tra parenti e familiari va restituito ? ed altri in fondo alla pagina.


La risposta più importante riguarda la legittimità del prestito di denaro tra persone. Sebbene in rete, spesso, si legge che è vietato prestare soldi in quanto attività riservata a banche e finanziarie noi diciamo che non è proprio così, dovendo necessariamente distinguere due figure: una quella relativa alla figura del credito al consumo (o vedi L. 385/93) che è vietata dalla legge poichè riservata ai soggetti suddetti, tant'è che sono previste specifiche sanzioni penali per coloro i quali prestano denaro esercitando la concessione di credito al consumo fuori dai casi previsti (vedi art. 23 comma 4 L. 142/92) e quella dei prestiti personali di denaro contante cioè somme liquide da spendere all'uopo che non sono vietati dalla legge, anzi trattasi di finanziamenti o prestiti in denaro previsti dal nostro codice civile all'art. 1813 cioè i mutui.


Dunque, studiando a fondo la materia ci rendiamo conto che in Italia non è assolutamente vietato concedere dei prestiti in denaro ad altra persona purchè il denaro prestato sia un prestito personale cioè la dazione riguardi una somma contante o liquida la quale sarà spesa liberamente dal debitore o per dirla in un altro modo NON sia un prestito di denaro finalizzato: solo quest'ultimo è vietato perchè usurpa l'attività degli istituti bancari e degli esercizi commerciali giusta legge sul consumo sopra citata. Per chi abbia ancora dei dubbi in merito, diciamo che se il prestito di denaro personale tra privati fosse vietato in Italia non si spiegherebbe allora il fenomeno del prestito di denaro online tra persone esercitato giornalmente da due grosse società che operano esclusivamente in internet (Smartika e Prestiamoci). Piuttosto a meravigliarci è il fatto che tecnicamente un prestito di denaro tra comuni cittadini è reso possibile dal contratto o scrittuta privata di mutuo, quindi più che prestito di denaro dovrebbe chiamarsi "mutuo di denaro". Segue la seconda parte del prestito denaro ma prima indichiamo un altro post nel quale a proposito di passaggio di denaro contante tra padre e figlio e tra fratelli o tra genitori e figli o tra coniugi ecc. indica i casi nei quali il prestito effettuato in famiglia non va restituito prestito tra familiari o tra padre e figlio e tra genitori e figli tra coniugi e fratelli quando non va restituito