Prestiti per disoccupati 2017 - prestito a un disoccupato più altri finanziamenti per disoccupati online


Dinamica dei prestiti per disoccupati o prestito a un disoccupato oltre gli altri finanziamenti per disoccupati on line nel 2017

Annunci Google


Stiamo per trattare un argomento molto delicato: quello dei finanziamenti e prestiti concessi ai disoccupati nel 2017 e non solo. La dinamica riguardante i prestiti per disoccupati sarà breve ma trattata a 360 gradi, in quanto specifiche figure previste per finanziare il disoccupato sono già presenti in altre parti della guida. Iniziamo con una differenziazione fondamentale, la quale incide molto sulla concessione dei prestiti a disoccupati ma non solo: si tratta della distinzione tra inoccupato e disoccupato la quale è stata posta in essere dalla legislazione del lavoro per regolare due differenti figure di disoccupati che a loro volta hanno rilevanza in materia di finanziamenti per disoccupati on line. Per inciso, gli inoccupati sono coloro che non hanno mai lavorato e che quindi devono entrare per la prima volta ufficialmente nel mondo del lavoro; mentre i disoccupati per un qualsiasi motivo hanno perso il posto di lavoro. Come vedremo, l'appartenenza ad una figura piuttosto che all'altra incide con dei pro e dei contro nel cosiddetto finanziamento al disoccupato online.


A rigor di logica è palese che gli inoccupati avranno maggiore difficoltà ad ottenere un finanziamento. Al lavoratore inoccupato è parificato chi lavora senza dichiarare alcun reddito cioè chi lavora in nero (vedi prestiti senza reddito). Viceversa, sarà più semplice ottenere finanziamenti per i disoccupati come ad es. prestiti personali disoccupati perchè questi, malgrado la cessazione e/o perdità del lavoro, almeno per il primo anno possono usufruire dell'ultima dichiarazione dei redditi o se hanno avuto od hanno dei finanziamenti in corso sono altresì noti al sistema del credito, cosa assolutamente positiva per chi chiede un finanziamento. Mentre i benefici si capovolgono se i prestiti x disoccupati si rivolgono verso la creazione di attività lavorative nei settori dei finanziamenti della imprenditoria giovanile, femminile, d'onore etc. dove, tra i requisiti volti all'ottenimento del prestito, v'è quello di essere inoccupati e/o non aver mai avuto una partita iva. Veniamo ora ai rimedi creati dall'ordinamento creditizio per concedere credito ai disoccupati nel 2017 ed a quali condizioni.


Fatte le dovute precisazioni, trattiamo i più comuni finanziamenti plasmati con lo status della disoccupazione facendo attenzione al fatto che il termine disoccupato sarà riferito indifferentemente all'inoccupato che al disoccupato. Tra i prestiti personali per disoccupati ma anche per qualsiasi altra categoria di clienti, troviamo anzitutto quelli garantiti da terzi: sembra scontato ma alcuni soggetti non conoscono questa informazione. Quindi il disoccupato che abbia la possibilità di farsi garantire ad es. da amici, parenti etc. avrà accesso al finanziamento malgrado la mancanza di certificazione lavorativa. Un'altra forma, sebbene più inusuale, di prestiti per disoccupati è quella concessa ai titolari di entrate in nero e/o comunque esentati dal dichiararli ed in quanto tali legalmente disoccupati (es. rapporti di collaborazione saltuaria con ritenuta di imposta alla fonte) i quali facciano transitare il denaro in modo continuativo presso un conto corrente bancario: alcune banche, in particolare a favore di vecchi clienti, concedono un prestito ai formalmente disoccupati basandosi sul reddito di fatto provato nel tempo a mezzo estratto di c/c.


Grossi aiuti in tema di finanziamenti a disoccupati si hanno coi mutui liquidità. Infatti, il mutuo a disoccupati diventa una realtà quando il disoccupato medesimo è proprietario di un immobile sul quale, grazie ad una ipoteca che garantisce il capitale, verrà acceso un finanziamento che prende il nome di mutuo liquidità. Quest'ultimo, in sostanza, è una sorta di prestito personale per disoccupato malgrado sia regolato dalle leggi sui mutui, cioè il disoccupato riceverà una somma liquida similmente a quella ricevuta dai tradizionali prestiti personali (approfondisci su prestito liquidità con ipoteca). Tuttavia, in certi casi ed in base alla banca non basta la sola ipoteca ma bisognerà altresì dimostrare la capacità di pagare la rata magari attraverso uno dei suddetti modi. Ma la figura di finanziamenti disoccupati o prestiti disoccupati per antonomasia, si ha nelle agevolazioni volte alla creazione di piccole-medie imprese mediante contributi, anche a fondo perduto, erogati da pubbliche istituzioni e destinati ai disoccupati alcuni specificatamente di lunga durata. In questi casi, di volta in volta, si prevede quando e quanto destinare i finanziamenti ai disoccupati od agli inoccupati tra i seguenti prestiti d'onore per giovani disoccupati di entrambi i sessi che si rivela la migliore soluzione per il 2017 e così sarà per il 2018: prestito d'onore per lavoro autonomo prestito d'onore per microimpresa e prestito d'onore franchising mentre per quelli al femminile sempre del 2017 vedete finanziamenti imprenditoria femminile

Correlate: finanziamento a fondo perduto per giovani disoccupati